Consolidamento e rinforzo dei solai in legno e laterocemento

Scopri i prodotti sviluppati da fischer per rendere il rinforzo di un solaio sempre più veloce ed efficace

Oltre il 70% degli edifici in Italia non rispetta gli standard previsti dalla normativa in materia di sicurezza strutturale antisismica. Questo vuol dire che più due edifici su tre, in tutto il territorio italiano, sono soggetti ad un rischio sismico troppo elevato.

 

Rinforzo dei solai

Uno degli elementi di maggiore fragilità all’interno di una struttura è proprio il solaio, che contribuisce a generare buona parte di quelle che la normativa definisce “masse sismiche”.

E’ proprio per questa ragione che il consolidamento di un solaio viene considerato una delle operazioni principali per il rinforzo strutturale. Vediamo più nel dettaglio quali sono le soluzioni per il rinforzo di un solaio in legno o in laterocemento.


Rinforzare un solaio in laterocemento

Per ovviare ad una capacità portante non adeguata alle vigenti indicazioni normative antisismiche, sono necessarie delle operazioni di rinforzo.
La normativa prescrive la necessità di una soletta armata che ripartisca i carichi orizzontali e per tale ragione spesso viene realizzata una nuova soletta in calcestruzzo che bisogna rendere collaborante con l’estradosso del solaio esistente.

Ciò che definisce il successo del consolidamento di un solaio in laterocemento è proprio l'efficacia della connessione tra la vecchia struttura e la nuova soletta. 

 

Soluzioni di rinforzo per solai in laterocemento

Per garantire questo collegamento vengono utilizzati dei connettori a taglio, speciali elementi che se correttamente progettati e installati permettono un aumento di resistenza del solaio fino a 3 volte e una migliore ripartizione delle azioni sismiche.

Fischer mette a disposizione Ultracut FBS II US e l’applicatore SC-ST per accelerare i tempi di intervento ed ottenere delle soluzioni di rinforzo certificate.

 

Scopri le soluzioni

 

Scarica la brochure sul consolidamento dei solai in calcestruzzo

Rinforzo solai in legno e calcestruzzo

Generalmente i solai in legno tradizionali venivano realizzati per sopportare carichi relativamente modesti. Se è vero che questi contribuiscono in maniera minore a far aumentare le “masse sismiche” grazie ad una riduzione del peso, è anche vero che si deformano di più e sono più sensibili ad oscillazioni e vibrazioni. Una struttura a travi in legno meno ordite e tavolato non è in grado, inoltre, di poter resistere alle elevate sollecitazioni orizzontali di un sisma rispettando le indicazioni normative.

Approfondimenti: scopri il nostro articolo relativo ai solai collaboranti

Anche in questo caso è necessario procedere con un’opera di consolidamento del solaio in legno attraverso un nuovo getto in calcestruzzo armato con rete elettrosaldata. Eventuali scorrimenti tra le due superfici piane renderebbero assolutamente inutile l’intervento, non apportando nessun tipo di consolidamento o rinforzo. Solaio e soletta, quindi, devono essere tra loro perfettamente collaboranti e collegati anche in questo caso attraverso dei connettori.
Un solaio in legno così rinforzato consente di aumentare la portata fino al doppio rispetto a prima del rinforzo. Inoltre, il peso complessivo di questa soluzione è inferiore del 40% rispetto a un tradizionale solaio in laterocemento.

Un ulteriore vantaggio dovuto al consolidamento di un solaio in legno con i connettori e la soletta in calcestruzzo è l'eliminazione delle vibrazioni ed oscillazioni che causano fastidiosi rumori tra un piano e l’altro.

Soluzioni di rinforzo per solai misti legno-calcestruzzo

Per il rinforzo di solai misto legno calcestruzzo, Fischer mette a disposizione il connettore CSC 45 Power Fast. Si tratta di una soluzione adatta sia ai solai esistenti che alle nuove costruzioni.

Scopri le soluzioni

 

Scarica la brochure sul consolidamento dei solai in legno


Problemi di sfondellamento del solaio

L’invecchiamento dei solai, una posa in opera non a norma o l’aumento dei carichi nel tempo, può portare al distacco di malta, intonaco e addirittura pignatte. Il problema, tipico nei vecchi solai in laterizio, va prevenuto perché il materiale che si stacca può pesare fino a 60 kg/m2, con gravi rischi per le cose o le persone.

La migliore soluzione antisfondellamento prevede la realizzazione di speciali controsoffitti che resistono anche in caso di distacco di pignatte, pezzi di intonaco o addirittura porzioni di pignatte.

Problemi di sfondellamento?
Scopri la soluzione!

Molti tendono a sottovalutare che tutto il peso sostenuto dal controsoffitto va a scaricare interamente sui fissaggi, per cui è fondamentale assicurarsi a sistemi ad alte prestazioni e certificati. Vuoi saperne di più?

 

Scopri di più

 

Scarica la brochure sull'antisfondellamento


Ti serve un supporto nel dimensionamento?

I nostri esperti sono a tua disposizione e potranno supportarti nei calcoli per il dimensionamento del tuo solaio

sc93-delivery-2