Il nuovo Tottenham Stadium: prodotti e assistenza fischer per la realizzazione di questa costruzione senza pari

L’Ajax Amsterdam è già in sentore di finale di Champions League: all’intervallo di metà tempo i padroni di casa conducono la partita contro il Tottenham Hotspur per 2:0. Ma Lucas Moura compie l’impossibile: nell’arco di cinque minuti, la star centrocampista dal Brasile a servizio degli Spur si esibisce in un’incredibile doppietta. Poi, al sesto minuto dei tempi di recupero, il 27enne è di nuovo sul posto e segna con il sinistro il colpo decisivo per la vittoria 3:2 dei londinesi ad Amsterdam. Ma per il club il 2019 non è un anno speciale solo per la fantastica tripletta di Moura, con cui porta i suoi Spur alla prima finale di Champions League*: solo poche settimane prima, il 3 aprile, è stato inaugurato il nuovo stadio Tottenham Hotspur a Londra. fischer ha partecipato al progetto sin dall’inizio contribuendo con le più adeguate soluzioni di fissaggio e offrendo la propria competenza e consulenza per trasformare in realtà il sogno dell’arena più moderna dell’Inghilterra.
* Alla finale di Champions League del 2019, il Tottenham Hotspur ha perso 0:2 contro l’FC Liverpool.

Maestria tecnica: il nuovo Tottenham Hotspur Stadium

La nuova casa degli Spur definisce nuovi standard nella costruzione degli stadi: il prato di gioco è retrattile e può essere spostato sotto la tribuna per lasciare spazio a un campo da football americano. Inoltre la struttura si distingue per il bar più lungo d’Europa e per la tribuna a un solo anello più grande d’Inghilterra, che può ospitare fino a 17 500 spettatori. Quando i tifosi intonano “When the Spurs go marching in”, l’effetto è impressionante. In virtù delle speciali esigenze acustiche e dell’altezza del tetto, è stato necessario prevedere dei raccordi al tetto mobili per ciascuna parete. “I raccordi sono stati installati con le nostre viti per calcestruzzo ULTRACUT FBS II, all’epoca un prodotto nuovo di zecca. Era la prima volta che vendevamo l’articolo in Gran Bretagna, le ULTRACUT FBS II sono state utilizzate per il Tottenham Stadium subito dopo il lancio del prodotto”, ricorda con gioia Dave Minton.

Minton è direttore Technical Sales di fischer in Gran Bretagna e responsabile Grandi Progetti, tra cui la costruzione del nuovo Tottenham Stadium. “Eravamo il fornitore principale per i sistemi tecnici ed elettrici, nonché per gran parte della dotazione interna dello stadio.” Oltre alle viti per calcestruzzo ULTRACUT FBS II, sono stati impiegati soprattutto gli ancoranti a percussione EA II per il fissaggio degli impianti di irrigazione a pioggia, le tracce dei cavi e altri elementi analoghi.

Lo stadio può ospitare fino a 60 062 spettatori.

fischer fornisce in parallelo anche la necessaria assistenza

“Per l’installazione delle facciate, siamo riusciti a battere la concorrenza poiché con noi il cliente ha la possibilità di risparmiare denaro sonante”, racconta Dave Minton. “Non si tratta necessariamente di avere i prodotti più economici: la nostra attività consulenza consente di individuare e risolvere i problemi sul nascere, garantendo risparmi nell’installazione.” Per la facciata i designer avevano previsto delle semplici viti passanti, nonostante i calcoli evidenziassero determinati punti soggetti a carichi dinamici. “Abbiamo capito subito durante la fase di progettazione che le viti passanti previste non sarebbero state sufficienti e abbiamo consigliato al cliente di utilizzare invece un ancorante dinamico. Alla fine hanno scelto la nostra barra multicono Highbond FHB II.” Se la facciata fosse stata installata con i sistemi di fissaggio sbagliati, sarebbe stato necessario rimuovere il tutto e procedere a un secondo montaggio, con la conseguenza tra l’altro di incorrere in disastrosi ritardi nella costruzione.

fischer ha offerto corsi gratuiti a tutti gli installatori per incrementare la produttività in cantiere.

“Certo, avere i prodotti più innovativi e più performanti è importante. Ma per portare a termine un progetto con la massima puntualità, l’assistenza di prodotto è altrettanto fondamentale”, afferma Minton. “Per i sistemi di fissaggio strutturali o rilevanti ai fini della sicurezza, in Gran Bretagna operiamo secondo il cosiddetto standard BS-8539. Tutti gli installatori devono ricevere una debita formazione su tale argomento o il produttore finirebbe per dover ricontrollare a posteriori il 5% dei sistemi di fissaggio.” Per la costruzione dello stadio, fischer pertanto ha offerto corsi gratuiti a tutti gli installatori. “Il nostro team di progetto arriva in cantiere la mattina e per pranzo il training è già concluso”, spiega Minton. A seguire, i collaboratori fischer si sono recati in cantiere solo occasionalmente per verificare che tutto fosse a posto. “Ci accertiamo che gli ancoranti siano installati correttamente da subito, anziché dover andare a correggere gli errori a posteriori con conseguente dispendio di tempo e risorse. Si riducono così i tempi di inattività in cantiere.”

L’assistenza di prodotto riveste un’importanza speciale.


La storia di successo di fischer continua

“Per noi è stato un grande onore poter prendere parte alla costruzione del Tottenham Hotspur Stadium”, dice Minton per concludere. “A parte il Wembley Stadium, non c’è nulla di simile in Gran Bretagna.” Il progetto sta già avendo importanti ripercussioni: “Insieme a svariate imprese edili abbiamo conquistato così la commessa per la nuova sede di Google a Londra.” Anche in questo progetto fischer, specialista dei sistemi di ancoraggio, sarà l’azienda fornitrice di sistemi edili elettrici e tecnici.

fe80::2c2c:371:f52e:7ce6%8